Comunicazione autistica
CARATTERISTICHE

METODI DI COMUNICAZIONE 

Discorso, vocalizzazioni, parole, frasi, frasi, CAA, linguaggio del corpo, espressioni facciali, indicare, firmare, simboli, grafici alfabetici, penna/carta, libri di comunicazione, oggetti,dispositivi elettronici, invio di immagini, meme, gif, Makaton, BSL, braille, risate, pianto, emoji, e-mail, messaggi di testo, messaggistica, note vocali, movimenti del corpo, musica, comportamento, indicando, gesti, ecolalia, stimming, text-to- discorso / discorso-testo.
 

CI SONO TANTI MODI PER COMUNICARE!

Alcune persone autistiche sono verbali, altre non parlano. Le persone autistiche tendono ad accettare più forme alternative di comunicazione rispetto ai gruppi neurotipici, che in genere preferiscono il linguaggio. 

Purple and white mobile phone with two speech bubbles
A purple notepad and pen
White envelope with a purple note with a @ symbol on it
Two purple hands making a heart shape
Purple outline of a mobile phone
purple outline of two speech bubbles
A pyramid shape of the Speech and Language communication pyramid with speech sounds at the top

La piramide della comunicazione è un modello ampiamente utilizzato nella pratica logopedica, che suggerisce ai bambini di sviluppare abilità comunicative in un ordine lineare. Ma questo modello è fuorviante per molte ragioni:
 

  • I suoni del parlato non sono l'ultimo stadio dello sviluppo; che dire dell'inferenza/pragmatica?

  • Le abilità non sono finite; emergono e si sviluppano insieme

  • Questo modello esclude la neurodivergenza

  • Mancano prove a sostegno (Morgan & Dipper, 2018) 

E proprio come i bambini neurotipici, i bambini autistici possono avere ulteriori difficoltà di comunicazione come:

  • Disturbi del linguaggio/ritardo del linguaggio

  • Mutismo selettivo

  • Disfluenza  

  • Difficoltà espressive o ricettive

  • Aprassia/disprassia

  • Discorso/difficoltà fonologiche

  • Disturbi della voce

INFO DUMPING

  • Parlare molto di un argomento in grande dettaglio

  • Raccontare a qualcuno di un interesse speciale

  • Un modo per costruire una connessione con qualcuno

  • Condividere una vasta conoscenza su un argomento

  • Un modo per avviare un'interazione

  • Discorso sovrapposto durante la conversazione

  • Mostrare a qualcuno quanto ne sai su un argomento

  • Condividere l'entusiasmo per un argomento

Three children lay down on their stomachs looking at a book together in a library

Le persone neurodivergenti che usano la parola amano scaricare informazioni ed è un modo valido per condividere le informazioni. La sensazione di essere così appassionati di qualcosa può essere così esilarante.  Per una persona neurotipica questo è spesso etichettato come: scarso turni, deficit sociali, interruzione, mancanza di reciprocità, ignora i segnali sociali, ripetitivo, verboso, mancanza di consapevolezza delle convenzioni sociali.

Si tratta di percezione. Se riformuliamo questi "deficit" e li osserviamo attraverso una lente della neurodiversità, possiamo riconoscere che la comunicazione autistica è solo un modo diverso di comunicare.

 

ecolalia

L'ecolalia è la ripetizione di suoni, parole, frasi. Ad esempio: ripetere una frase appena ascoltata, ripetere una riga del tuo film preferito, premere ripetutamente un pulsante su un dispositivo che emette un suono. Se cerchi ecolalia su Internet, troverai questa (terribile) definizione:

"ripetizione senza senso delle parole pronunciate da un'altra persona come sintomo di un disturbo psichiatrico"
- DIZIONARIO DI OXFORD

  • Immediato : ripetere qualcosa che hai appena sentito.  

  • Ritardato : ripetere qualcosa minuti, ore, giorni, settimane dopo. Questo può sembrare fuori contesto.

L'ecolalia a volte può essere un'indicazione che il bambino/adulto non ha capito ciò che ha sentito. Professionisti ed educatori possono sopravvalutare quanto la persona ha capito a causa di ciò, ad esempio, alcune persone autistiche sono brave a ricordare i fatti e a ripeterli senza effettivamente comprendere le informazioni a un livello più profondo.

Molti studenti autistici risponderanno alle domande in classe semplicemente ripetendo le ultime parole che hanno sentito, ma chiedendo loro di ragionare verbalmente o fare deduzioni e sarà ovvio che non hanno capito.

Black and white photo of a young boy with his mouth open wide speaking or shouting into a microphone

Comunicazione asincrona

A white and purple drawing of a mailbox and a paper aeropane leaving the mailbox

Questo è uno stile di comunicazione preferito da molte persone neurodivergenti, me compreso. La comunicazione asincrona è quando invii un messaggio senza aspettarti una risposta immediata.  Esempi: ricevere un'e-mail e rispondere minuti, ore, giorni dopo / rispondere a un SMS più tardi nel corso della giornata / tornare da qualcuno / aspettare di tornare a casa dal lavoro per chiamare qualcuno / inviare una risposta 2 minuti dopo. Ci sono molti vantaggi in questo metodo, ma il principale è che la persona ha il tempo di elaborare le informazioni e pianificare ciò che vuole dire. La comunicazione in tempo reale è spesso rapida ed esigente. Le differenze nel funzionamento esecutivo e nell'elaborazione del linguaggio significano che per le persone neurodivergenti rispondere rapidamente può essere un'enorme difficoltà.  

La comunicazione sincrona (risposte immediate come in una conversazione) può causare ansia significativa per una persona autistica perché non viene dato loro abbastanza tempo per elaborare e pianificare ciò che vogliono dire. Ecco perché i colloqui di lavoro sono incredibilmente difficili per le persone autistiche perché devono pensare sul posto e produrre risposte immediatamente.

Costruire amicizie

Cartoon image of a light skinned man with a brown beard and a dark skinned woman with black hair. Both people are smiling

In genere, il modo in cui i neurotipici formano le relazioni è MOLTO diverso da come lo fanno le persone autistiche. Le persone autistiche non danno la stessa enfasi alle chiacchiere o agli argomenti di conversazione arbitrari per connettersi. Al contrario, tendiamo a preferire il collegamento con gli altri condividendo i nostri interessi comuni. Costruiamo la nostra amicizia attraverso il dumping di informazioni, valori condivisi, simpatie / antipatie, saltiamo le chiacchiere e preferiamo di gran lunga discutere di argomenti reali e personali.

Costruire amicizie

In genere, il modo in cui i neurotipici formano le relazioni è MOLTO diverso da come lo fanno le persone autistiche. Le persone autistiche non danno la stessa enfasi alle chiacchiere o agli argomenti di conversazione arbitrari per connettersi. Al contrario, tendiamo a preferire il collegamento con gli altri condividendo i nostri interessi comuni. Costruiamo la nostra amicizia attraverso il dumping di informazioni, valori condivisi, simpatie / antipatie, saltiamo le chiacchiere e preferiamo di gran lunga discutere di argomenti reali e personali.

Costruire amicizie

In genere, il modo in cui i neurotipici formano le relazioni è MOLTO diverso da come lo fanno le persone autistiche. Le persone autistiche non danno la stessa enfasi alle chiacchiere o agli argomenti di conversazione arbitrari per connettersi. Al contrario, tendiamo a preferire il collegamento con gli altri condividendo i nostri interessi comuni. Costruiamo la nostra amicizia attraverso il dumping di informazioni, valori condivisi, simpatie / antipatie, saltiamo le chiacchiere e preferiamo di gran lunga discutere di argomenti reali e personali.