MASCHERAMENTO

"Putting on my best normal" - Hull et al., 2017

Il mascheramento (noto anche come "mimetizzazione") si verifica quando una persona autistica "mette una maschera" per apparire neurotipica e "meno autistica". Quando una persona autistica si maschera, sopprime e nasconde i suoi tratti autistici come stimming, ecolalia e differenze di stile di comunicazione che i neurotipici ritengono inaccettabili . Il mascheramento è MOLTO comune nelle ragazze e nelle donne autistiche. Il mascheramento spesso ritarda la diagnosi di autismo. Le ragazze e le donne sono spesso perse o diagnosticate tardivamente.

A person is holding up a piece of paper with a smile drawn on it, in front of their mouth

Examples of masking:

Esempi di mascheramento:

  • Copiare le espressioni facciali delle persone

  • Forzare il contatto visivo

  • Imitare il comportamento delle persone

  • Imparare i copioni sociali

  • Imitare i gesti

  • Preparare battute, provarle

  • Praticare conversazioni prima di un'interazione (nella tua testa o ad alta voce)

  • Sopprimere stimming, ecolalia

  • Trascorrere del tempo prima di un'interazione pensando ad argomenti, domande

"But everybody masks. Autistic people aren't the only ones who mask - I'm neurotypical and I mask too. It's the same" 

Costi di mascheratura

  • Bruciato

  • Esaurimento

  • Sovraccarico sensoriale (crolli)

  • Prevenire una diagnosi di autismo

  • Autolesionismo / autolesionismo

  • Isolamento/esclusione sociale

  • Disoccupazione

  • Scarsa autostima

  • Ansia

  • Depressione

  • Ideazione suicidaria

  • Tentativi di suicidio

Nope. It's not the same. There's a huge difference between Autistic masking and neurotypical masking. Almost everyone masks to some extent. For example, a neurotypical person will adapt their behaviour, body language, communication style in certain situations and contexts, like in the workplace such as acting more polite, more 'professional' and more friendly. However, it's less extreme than Autistic masking. Autistic people mask as a survival strategy in order to avoid being ostracised for coming across as "weird", "odd", or being made fun of due to years of social exclusion. Autistic masking is scrutinising every interaction and being hyper aware of every facial expression or gesture. And the impact of masking on an Autistic person is entirely different than the impact on a neurotypical person. The costs are much higher because of the mental, emotional, physical and sensory labour. Neurotypicals generally do not experience this and don't need to analyse their interactions to the point of paralysis.
A dark skinned boy with black hair is covering his face with his hands and blue t-shirt

Perché le persone autistiche si mascherano?

  • Per adattarsi alle situazioni sociali.

  • Una risposta condizionata al bullismo passato.

  • Per evitare di essere vittima di bullismo.

  • Essere più accettati dai neurotipici.

  • È una strategia di coping.

Il mascheramento predice il suicidio

Gli adulti autistici che si mascherano hanno alti tassi di ansia e problemi di salute mentale concomitanti [1].  Negli adulti autistici, il mascheramento predice significativamente la suicidalità [2]. Le persone autistiche si sentono obbligate a fingere di non essere autistiche, in particolare le persone autistiche che tradizionalmente verrebbero etichettate come "ad alto funzionamento". Ecco perché le etichette funzionanti sono fuorvianti e dannose. Essere chiamato ad alto funzionamento non è un complimento in quanto invalida e respinge le difficoltà della persona. 

  • Masking is a "response to the deficit narrative and accompanying stigma that has developed around autism". 

  • Masking shouldn't be associated with a "female autism phenotype"

  • Masking takes significant energy and is only sustainable for short periods.

FONTI


Un'analisi concettuale del mascheramento autistico: comprendere la narrativa dello stigma e l'illusione della scelta. Amy Pearson e Kieran Rose.Autism in Adulthood.Mar 2021.52-60 . http://doi.org/10.1089/aut.2020.0043

[1] Cage, E., & Troxell-Whitman, Z. (2019). Comprendere le ragioni, i contesti e i costi del camuffamento per gli adulti autistici. Journal of Autismo e disturbi dello sviluppo, 49 (5), 1899-1911. Collegamento

[2] Cassidy, S., Bradley, L., Shaw, R. et al. Marcatori di rischio di suicidio negli adulti autistici. Autismo molecolare 9, 42 (2018). Collegamento